Cavallini & Partners | Consulenza aziendale in Pontedera

Aspettando di salire sul palco a Primavera d’Impresa 2019

Primavera d'Impresa 2019 | Studio Cavallini

A Primavera d’Impresa 2019 parliamo di come l’innovazione nella piccola impresa passa anche dalla prevenzione della crisi.

Nelle aziende si parla molto spesso di crisi, si parla ancora troppo poco di innovazione.
La gran parte degli imprenditori si rivolgono a commercialisti e consulenti per non cadere vittime della crisi. Sono ancora pochi quelli che ci chiedono spunti per rinnovarsi, progredire e lavorare meglio.

Crisi e innovazione sono i due cardini su cui si decide il futuro delle piccole e medie imprese. In definitiva, sono due facce della stessa medaglia. Chi non si evolve in maniera sistematica e ragionata, diventa preda della propria staticità e dell’intraprendenza della concorrenza.

In quest’ottica eventi come Primavera d’Impresa offrono l’occasione d’incontrarsi, confrontarsi, costruire relazioni e mettere in moto le idee: linfa vitale per gli imprenditori.

Per questo motivo quest’anno abbiamo deciso di sostenere l’evento non solo finanziariamente ma anche in maniera partecipativa. Quest’anno salgo sul palco per parlare agli imprenditori toscani della nuova riforma della crisi d’impresa e delle opportunità che offre.

Il nuovo codice della crisi d’impresa approvato a gennaio 2019 rivoluziona l’intero sistema per far emergere la crisi ai primissimi sintomi.

A pagarne il prezzo gli imprenditori poco attenti e informati, che rischiano di perdere il controllo dell’impresa.

A trarne vantaggi  gli imprenditori consapevoli e attenti, disposti a mettersi in gioco: da oggi  questa è l’unica via per mantenere il controllo sulla salute della propria azienda.

Come si diventa imprenditore consapevole?

L’imprenditore consapevole  monitora la sua piccola impresa ogni 3/6 mesi affiancato da professionisti esterni e con strumenti come il controllo di gestione e la pianificazione strategica.

Tra i suoi obiettivi ci sono la buona gestione dell’impresa, che passa attraverso l’individuazione dei segnali precoci di crisi. Intercettare prima i segni negativi è l’unico modo per trovare soluzioni a basso impatto e velocemente risolutive.

Cosa ci guadagno ad essere un imprenditore consapevole?

L’imprenditore consapevole che monitora l’azienda, riconosce le prime avvisaglie di crisi, accoglie le segnalazioni degli organismi di vigilanza e si attiva per riportare in salute l’azienda ha diritto a misure premiali nel caso l’azienda dovesse entrare in crisi per cause esterne incontrollabili. Queste misure prevedono:

  • la non punibilità del reato
  • l’esonero di responsabilità
  • la riduzione di sanzioni e interessi
  • la proroga dei termini di risanamento del debito
    〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰〰

Vi aspetto giovedì 21 marzo 2019 nella sede della Camera di Commercio di Prato. L’evento è aperto al pubblico, questo il programma:

Programma Primavera d'Impresa 2019 | Studio Cavallini

[Fonte: nuovo Codice della Crisi D.L. 12 gennaio 2019, n. 14

Articoli correlati

Sull'autore Visualizza tutti i post Sito web dell'autore

Sabrina Cavallini

Un diploma in Ragioneria, una laurea in Scienze Economiche, una carriera ventennale alla guida di uno tra i più affermati studi commercialisti della Provincia di Pisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi