Consulenza alle imprese
Consulenza alle imprese - Gestione d'Impresa
30 Dicembre 2017

Come proteggere il patrimonio aziendale e personale: 5 strumenti

Sabrina Cavallini

Trust, negozi fiduciari e atti di donazione: ecco come proteggere il patrimonio aziendale e personale.

Fino a pochi anni fa le competenze necessarie al commercialista si limitavano all’ambito tributario, amministrativo e contabile. Le imprese di oggi hanno bisogni più evoluti, come:

  • sviluppare strategie di espansione ed essere più competitive sul mercato
  • misurare l’efficacia dei propri processi operativi
  • salvaguardare il patrimonio aziendale

Soffermiamoci sull’ultimo punto. Per soddisfare questa richiesta possiamo ricorrere a diversi strumenti giuridici, in base al caso. Faccio subito un distinguo tra metodologie “consolidate” (fondi patrimoniali, polizze assicurative) e nuovi approcci più in linea con le esigenze attuali delle imprese (patti di famiglia, negozi fiduciari, atti di destinazione, trust) e parto da quest’ultimi data la loro importanza.

1) PATTI DI FAMIGLIA

Secondo una stima dell’Unione europea, il 30% delle imprese familiari non supera il successivo passaggio generazionale. Per evitare il rischio di fallimento si può ricorrere ai Patti di Famiglia; una sorta di “piano di successione preventivo” che assicura l’equilibrio e la stabilità dell’impresa nel futuro. Per saperne di più, leggi il mio articolo dedicato.

2) NEGOZI FIDUCIARI

È un istituto in cui un soggetto fiduciante trasferisce a un altro (fiduciario) la proprietà di un bene e lo vincola a ritrasferirlo allo stesso fiduciante o a un terzo beneficiario.

VANTAGGI

  • separazione patrimoniale: i beni vincolati e i loro frutti non sono aggredibili
  • può cumularsi ad altri strumenti: fondo patrimoniale, trust, patti di famiglia
  • è stipulabile da chiunque (anche da famiglie conviventi)

SVANTAGGI:

  • possibilità di abuso da parte del fiduciario che può esercitare il diritto in modo diverso da quanto concordato. In caso di violazione del patto il fiduciante non può rivendicare il bene/diritto trasferito ma solo chiedere un risarcimento del danno.

3) ATTI DI DESTINAZIONE

Sono vincoli che una persona appone su alcuni beni per una durata prestabilita e che generano interessi separati dal restante patrimonio, a beneficio di persone o pubbliche amministrazioni / enti.

VANTAGGI:

  • separazione patrimoniale: i beni vincolati e i loro frutti non sono aggredibili
  • stipulabile da chiunque

SVANTAGGI:

  • i beni vincolati e i loro frutti possono essere usati solo per gli scopi indicati nell’atto
  • ne sono oggetto solo beni immobili o beni mobili iscritti in pubblici registri
  • il limite di durata di 90 anni e l’obbligo di atto pubblico.

4) TRUST

È uno degli istituti più importanti per risolvere vari problemi, dai passaggi generazionali di beni e aziende, all’assistenza di soggetti deboli. Parte dal volere di un soggetto disponente, che trasferisce beni di sua proprietà a un affidatario detto trustee perché li gestisca autonomamente, nell’interesse di beneficiari o per uno scopo. Il patrimonio così creato è separato da quello personale del disponente, del trustee e dei beneficiari. Le modalità di trasferimento dipendono dal bene; ogni situazione deve essere valutata a sé .

VANTAGGI:

  • separazione patrimoniale: i beni vincolati e i loro frutti non sono aggredibili
  • ampiezza dei beni interessati (titoli di credito, conti bancari e somme di denaro, azioni di aziende di famiglia, quote di società immobiliari, preziosi ed opere d’arte, quote di fondi comuni di investimento, azioni quotate in Italia o all’Estero, immobili, etc…)
  • durata potenzialmente illimitata
  • riservatezza data dallo svincolo tra disponente e trustee

5) FONDI PATRIMONIALI

È lo strumento che assicura alla famiglia la tutela dei beni familiari da aggressioni di terzi. È una specie di “polizza” che tutela la famiglia dell’imprenditore dai dissesti finanziari di una mala gestione imprenditoriale. Può essere costituito dai coniugi in modo congiunto o singolo.

VANTAGGI:

  • è relativamente duttile ed economico
  • consente di tutelare e soddisfare i bisogni familiari (minimo vitale)
  • durata vincolata al matrimonio ma estensibile alla maggiore età del figlio più giovane

SVANTAGGI:

  • il vincolo coniugale. È riservato alla sola famiglia legittima, decade in caso di morte del coniuge, separazione/divorzio e non può essere applicato a conviventi.
  • l’obbligo di atto pubblico alla presenza di due testimoni
  • limitatezza dei beni interessati (beni immobili, mobili registrati e titoli di credito vincolati)

Non indugiare oltre: chiedici una prima consulenza gratuita e senza impegno, per valutare la tua situazione.

Il modo più semplice per rimanere aggiornati

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità per l’azienda? Iscriviti alla nostra newsletter:
riceverai direttamente nella tua email tutte le novità di Cavallini & Partners.

i campi con * sono obbligatori

Cookie PolicyPrivacy PolicyNote Legali