Norme & agevolazioni
Norme & agevolazioni - Finanziaria
20 Gennaio 2021

LEGGE DI BILANCIO 2021 Le principali novità previste dalla manovra finanziaria

Sabrina Cavallini

Incentivi per le start up, fondi e liquidità per le PMI, decontribuzione: ecco alcune misure previste dalla Legge di Bilancio 2021.

Incentivi 4.0 e innovazione

Crediti d’imposta per investimenti in ottica Industria 4.0: acquisto di macchinari, formazione, innovazione e svolta green. Tutte le misure in vigore sono prorogate sino al 31 dicembre 2022 o al 30 giugno 2023 (per ordine effettuato entro fine 2022 con pagamento di acconti per almeno il 20%).

Modifiche principali: salgono le aliquote dei diversi crediti d’imposta, con retroattività che permette di applicarle già a partire dagli acquisti effettuati dal 16 novembre 2020, e un nuovo credito d’imposta al 15% per tecnologie che abilitano lo smart working.

Nuova Sabatini

La norma sul finanziamento agevolato per l’acquisto di nuovi macchinari da parte delle PMI viene potenziata con il versamento del contributo statale in un’unica soluzione. Questo riguarda tutte le imprese e non più solo quelle che chiedono finanziamenti fino a 200mila euro.

Liquidità imprese 

Proroga della moratoria mutui PMI al 30 giugno 2021 e delle misure previste dal decreto Liquidità imprese (D.L. 23/2020) sui prestiti garantiti dal Fondo PMI e da SACE, sempre al 30 giugno 2021.

Fondo PMI creative

Norme rivolte ai settori cultura e ristorazione: dotazione di 20 milioni di euro, per ciascuno degli anni 2021 e 2022, e sostegno di nuova imprenditorialità nel settore creativo.

Nuovo credito d’imposta al 40%, utilizzabile dal primo gennaio al 30 giugno 2021, per acquisto di beni strumentali durevoli o partecipazione a corsi di aggiornamento professionale per cuochi.

Imprenditoria e lavoro femminile

Esonero contributivo al 100%, fino a un tetto di 6mila euro annui, su assunzioni di lavoratrici disoccupate, e Fondo impresa femminile con una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022.

Incentivo per l’occupazione giovanile

Esonero contributivo per chi assume giovani che non hanno compiuto 36 anni pari al 100%, nel limite massimo di 6.000 euro e per un periodo massimo di 36 mesi. Lo sgravio è concesso sia per le nuove assunzioni a tempo indeterminato che per le stabilizzazioni di contratti a termine.

Rivalutazione dei beni d’ impresa anche per i beni immateriali privi di tutela giuridica

Viene estesa la possibilità di rivalutare i beni di impresa anche all’avviamento e alle altre attività immateriali risultanti dal bilancio dell’esercizio in corso al 31 dicembre 2019. Il maggior valore attribuito ai beni può essere riconosciuto, ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP, a decorrere dall’esercizio successivo a quello con riferimento al quale la rivalutazione è stata eseguita, mediante il versamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’IRAP nella misura del 3 per cento. Il saldo attivo della rivalutazione può essere affrancato, in tutto o in parte, con l’applicazione in capo alla società di un’imposta sostitutiva nella misura del 10 per cento.

Contributo locatore per riduzione canone di locazione

Contributi a fondo perduto per i locatori che riducono il canone di locazione. I proprietari di immobili che decideranno di rinegoziare il canone di locazione per i propri inquilini, abbassandone l’importo, vedranno riconosciuto un contributo pari al 50% della riduzione del canone entro il limite massimo annuo di 1.200 euro per singolo locatore.

Clicca qui per vedere le novità previste dalla Legge di Bilancio 2021

Il modo più semplice per rimanere aggiornati

Vuoi rimanere aggiornato sulle novità per l’azienda? Iscriviti alla nostra newsletter:
riceverai direttamente nella tua email tutte le novità di Cavallini & Partners.

i campi con * sono obbligatori

Cookie PolicyPrivacy PolicyNote Legali